La mamma di Nadia Savchenko dalla disperazione ha scritto una lettera ad Angela Merkel, con la richiesta di aiutare a liberare la figlia.

La madre della pilota ucraina, deputato dal partito «Batlivschina» e delegato dall’Ucraina in PACE Nadia Savchenko, scritto una lettera alla cancelliera della Germania Angela Merkel, con la richiesta di aiutare nella liberazione di sua figlia. Maria Savchenko ha riferito alla cancelliera  che sua figlia ha un alibi.

«Gentile signora Merkel, La prego di aiutamri a salvare mia figlia. Mi rivolgo direttamente a Lei e spero fortemente che in qualche modo ci aiuta ad uscire da questa situazione», si legge nella lettera di Maria Savchenko, che sabato stato pubblicato in un quotidiano ucraino. Secondo Maria Savchenko, Nadia ha un alibi, pertanto, non può essere ritenuta responsabile per la morte di giornalisti russi, di cui l’accusa la federazione RUSSA.

%d0%b1%d0%b5%d0%b7-%d1%80%d1%83%d0%b1%d1%80%d0%b8%d0%ba%d0%b8 La mamma di Nadia Savchenko dalla disperazione ha scritto una lettera ad Angela Merkel, con la richiesta di aiutare a liberare la figlia.                             %d0%b1%d0%b5%d0%b7-%d1%80%d1%83%d0%b1%d1%80%d0%b8%d0%ba%d0%b8 La mamma di Nadia Savchenko dalla disperazione ha scritto una lettera ad Angela Merkel, con la richiesta di aiutare a liberare la figlia.

Maria Savchenko si è rivolta direttamente alla Merkel per disperazione, perché essa non è in grado di aiutare la figlia. Alla vigilia il presidente russo, Vladimir Putin, ha risposto al presidente dell’Ucraina Pietro Poroshenko in una lettera, in cui ha sottolineato che la decisione di Savchenko «sarà basato su norme giuridiche e principi dell’umanesimo «.

Lascia un commento