Bombardamenti nella Pisky non si fermano neanche per un minuto

Ora nelle Pisky i bombardamenti proseguono costantemente, nessuno aderisce le modalità di tregua.

Come osserva l’osservatore, questi sono gli attacchi da parte di militanti e da parte di militari ucrainiб сhe cercano di difendersi. Anche i soldati ucraini aprono fuoco su posizioni dei militanti, a sostegno delle organizzazioni che tutelano aeroporto di Donetsk. Nelle vicinanze della città lavorano i cecchini, i mortai e i «GRAD».

Ora a Pisky sono rimasti circa 200 persone di più di 4 mila.

«La gente non va da nessuna parte, perché gli tengono sotto il tiro . Sono semplicemente fermi in casa. In essi sono rotte le finestre, in una parete sono visibili tutti i frammenti, che l’hanno colpito. Gli alberi in giardino tagliate per legna. E a mangiare solo quello che da l’orto, perché il cibo nessuno porta», — ha descritto le condizioni in cui sono costretti a vivere gli abitanti.

Lascia un commento