Dopo la firma degli accordi di Minsk abbiamo perso 68 soldati, 380 sono stati feriti, — Poroshenko

Dopo la firma degli accordi di Minsk del 12 febbraio, sono morti 68 soldati ucraini, feriti — 380.
Lo ha detto il presidente dell’Ucraina Petro Poroshenko in un’intervista all’edizione tedesca Bild.

«Subito dopo l’armistizio loro (militanti pro-russi, — editor) attaccato Debaltsevo, dal giorno in cui abbiamo messo la firma a Minsk, abbiamo perso 68 soldati, 380 sono stati feriti. E ogni giorno continuano bombardamenti da parte russa, spesso più di 60 volte al giorno, — per un totale di 1100 volte è stato violato cessate-il-fuoco», ha dichiarato il presidente.

Ieri edizione ha pubblicato un estratto dell’intervista in cui il presidente dell’Ucraina ha ammesso che l’accordo di Minsk non funziona.

Ricordiamo, secondo NSDC, nelle ultime ore, in zona ATO è morto un soldato.

Lascia un commento