I deputati del Europarlamento chiedono alla Russia di liberare Nadia Savchenko

Deputato del parlamento Europeo dalla Svezia  Anna Maria Corazza Bildt si è rivolta con una lettera all’ambasciatore di Russia in UE Vladimir Chizhov a nome di 61 colleghi in parlamento.aggressione-russa estero nadija-savchenko politica-ucraina russia unione-europea I deputati del Europarlamento chiedono alla Russia di liberare Nadia Savchenko

Lei ha ricordato che nel mese di ottobre 2014, hanno già consegnato un appello al presidente della Russia, Vladimir Putin, con la richiesta di liberare il parlamentare ucraina Nadia Savchenko.

«Scrivo questa lettera a nome di questi membri del Parlamento europeo, che hanno firmato l’appello al presidente della Russia e di molti altri colleghi che condividono la preoccupazione per il destino della Sig.Savchenko», si legge nella lettera.

Deputato europeo  ha espresso la convinzione che le azioni della Russia in relazione alla pilota ucraina sono brutta violazione della convenzione Europea dei diritti umani, in particolare dall’articolo 5 (diritto alla libertà e alla sicurezza) e 6 (diritto a un giudizio onesto).

A. Bildt anche ricordato che il 26 gennaio di quest’anno la Sig.Savchenko è diventata un membro della delegazione della Verkhovna rada dell’Ucraina nell’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa, il che significa di avere l’immunità  diplomatica internazionale.

«Come è noto, il 13 dicembre 2014, la Sig.Savchenko tiene uno sciopero della fame in segno di protesta contro la detenzione illegale. Il suo stato di salute è gravemente peggiorato e può portare a gravi conseguenze in un prossimo futuro», ha scritto il deputato svedese deputato.

Ha espresso la speranza che il suo appello sarà consegnato da Chizhov alle autorità di Mosca.

«Sono convinta che non c’è giustificazione legale per continuare la sua detenzione», — ha scritto nella lettera.

 Nonostante il conflitto militare nella regione, la Bildt ha invitato Mosca a rispettare gli standard di giustizia internazionali.

Lascia un commento