I militanti di «RdL» hanno lasciato senza luce 42 mila di cittadini nei comuni di Lugansk

I separatisti di «Repubblica di Lugansk» hanno danneggiato le linee elettriche, che passano dal territorio sotto loro controllo, sparando su di esse. Di conseguenza gli abitanti dei centri abitati sono rimasti senza luce, acqua e riscaldamento quasi 42 mila di persone.

Le linee di alimentazione sono state danneggiate intenzionalmente, perché nessun combattimento in questo territorio non c’era. Volutamente, stato anche danneggiato in precedenza ripristinato il gasdotto a Chornukhine.

Se in due giorni, con le loro forze, non repristinano la fornitura di energia elettrica in zona di Stanichno-Lugansk e gas di Chornukhine, non sarà riparato danneggiato il gasdotto vicino villaggio di Sokilnyky, Amministrazione provinciale si rivolge al governo dell’Ucraina per un aiuto.

Questa regione è già stata diseccitatoa quando, a causa di bombardamenti i residenti non avevano la luce per tre mesi.

Lascia un commento