> La decisione di annettere la Crimea è stata presa personalmente da Putin: per tutti noi è anche in modo inatteso, - il vice Ministro delle finanze della federazione RUSSA - News Ucraina

La decisione di annettere la Crimea è stata presa personalmente da Putin: per tutti noi è anche in modo inatteso, — il vice Ministro delle finanze della federazione RUSSA

Per il Ministero delle finanze della federazione RUSSA la decisione del presidente della Russia è stata una sorpresa, il Ministero «non si interessano nemmeno quanto costerà?».

La decisione sull’occupazione di Crimea è stata presa esclusivamente dal presidente della Russia, e senza l’approvazione del Ministero delle finanze della FR sull’opportunità di una tale mossa dal punto di vista economico. Lo ha affermato il vice ministro delle finanze della Russia Tatiana Nesterenko in un’intervista a Forbes Woman.
aggressione-russa crimea politica russia sanzioni La decisione di annettere la Crimea è stata presa personalmente da Putin: per tutti noi è anche in modo inatteso, - il vice Ministro delle finanze della federazione RUSSA
«Parlando di chiedevano o meno il Ministero delle finanze, quanto costerebbe tutto questo, posso dire: no, non è stato chiesto. Ma per rispondere alla domanda se il prezzo adeguata o no, bisogna sapere molto. Noi possediamo solo a quel livello di competenza, di cui possediamo. Noi non sappiamo quale tipo di informazioni aveva la prima persona. Mi sono sempre affidatala alle verità della bibbia: essi dicono che c’è una persona che si assume questa missione. Egli possiede tutta la pienezza di informazioni e di tutta la pienezza di responsabilità su questo. Quindi io non lo discusso affatto», disse la Nesterenko.

A suo parere, «queste decisioni possono essere prese da una sola persona. Conoscendo il presidente, posso dire che non prende decisioni alla leggera. Ma, in tutta onestà, anche per tutti noi questo è stato un improvviso, diciamo così».

Russia, vivendo profonda crisi economica, sullo sfondo del crollo dei prezzi del petrolio e delle sanzioni dell’Occidente, ha rifiutato di indirizzare i soldi dal fondo d’investimento per la Crimea occupata, che è stato stimato in precedenza, invece di 373 miliardi di rubli entro all’anno, per la penisola saranno destinati solo 100 miliardi.

Capo del Ministero delle finanze Anton Siluanov precedentemente confessato che i volumi di finanziamento federale per la destinazione di un programma di sviluppo per Crimea e la Sebastopoli annesse superano la capacità di bilancio russo.

In precedenza, The Wall Street Journal ha dichiarato: l’Europa deve svegliarsi. I suoi leader sono estremamente lenti nel valutare la minaccia posta da Putin.

Lascia un commento