> La NATO non sacrifica i paesi Baltici, in caso di minaccia nucleare da parte della Russia, - vice Segretario Generale NATO Vershbow - News Ucraina

La NATO non sacrifica i paesi Baltici, in caso di minaccia nucleare da parte della Russia, — vice Segretario Generale NATO Vershbow

A NATO non considerano realistico uno scenario in cui le truppe della Federazione Russa possono invadere il territorio dei paesi Baltici, e Alleanza non risponde a questo, temendo la minaccia di un conflitto nucleare.

Lo ha detto il vice segretario generale della NATO, Alexander Вершбоу in un’intervista con il programma di radio Lettone.

In precedenza circa la possibilità di tale sviluppo ha parlato l’ex consigliere del presidente USA per la sicurezza nazionale Zbigniew Brzezinski. Vershbow stesso ritiene che l’Occidente è sufficiente armato, per fare rinunciare alla Russia l’idea di un confronto diretto.

«Credo che questi timori sono infondati. Tutti i membri (dell’Alleanza.) si rendono conto che il quinto comma del trattato di Washington, è il cuore della NATO e, più importante, l’impegno per ogni alleato. Al vertice di Galles abbiamo deciso di alzare la volontà di rispondere come sulle minacce sia normali, che ibride», ha detto Vershbow.

Sulla questione, se si trattata della possibilità di sacrificare i paesi Baltici, in caso di reale minaccia di un conflitto nucleare, vice segretario generale della NATO ha risposto, che uno scenario simile, molto improbabile, tuttavia, è necessario essere pronti «e ricordare che l’Alleanza ha un enorme potenziale di contenimento».

«Abbiamo le forze molto potenti, come convenzionali, sia nucleari. Le forze di stati UNITI, gran Bretagna e Francia, relativamente la rotazione garantiscono una presenza costante nei paesi Baltici, in Polonia e nei altri paesi. Penso che l’avversario capisce che provocare un conflitto con la NATO è molto pericoloso», ha affermato Vershbow.

Ricordiamo, prima il segretario generale dell’Alleanza Stoltenberg ha detto che ora non c’è diretta minaccia militare per i membri della NATO, compresi i paesi Baltici.

Lascia un commento