La Russia sta ricattando paesi membri della NATO che affacciano sul Mar Nero con i armi in Crimea

Federazione Russa militarizza annessa Crimea, in modo da ricattare gli altri paesi del bacino di Mar Nero appartenenti alla NATO. Su questo ha detto il presidente della Majlis del popolo tartari di Crimea Refat Chubarov durante un discorso al Parlamento europeo.

«La Russia si prepara ora a quello che, presumibilmente, dovrebbe difendere la Crimea con le armi. Ma ancora prima, per ricattare i suoi vicini di casa, prima di tutto, i paesi del fianco sud della NATO — Bulgaria, Romania e Turchia», ha sottolineato.

Per questo i russi in massimo stanno aumentando le loro armi in Crimea, in particolare, mettono sistemi missilistici antiaereo, e le loro armi ora sono in grado di controllare tutto il bacino del mar Nero.

In precedenza, il deputato della Verkhovna Rada dell’Ucraina, il rappresentante del presidente dell’Ucraina per gli affari del popolo tartari di Crimea Mustafa Cemilev ha dichiarato che la Russia sta portando avanti in annessa Crimea restauro di archivi nucleari e trasporta là le armi nucleari.

Lascia un commento