Le attività militari in Marjinka avevano iniziato i separatisti – il rappresentante francese all’ONU

Le attività militari in Marjinka provincia di Donetsk hanno iniziato i separatisti. Lo ha dichiarato il rappresentante permanente della Francia François Delattre durante la riunione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, rapporti «RBC-Ucraina».

«Secondo le informazioni che abbiamo, le attività militari è stata avviata dai gruppi separatisti, e questa è una violazione di accordi che sono stati avviati a Minsk. Denunciamo la violazione della tregua e chiamiamo le parti a rispettare gli impegni presi per l’attuazione degli accordi di Minsk», ha detto Delattre.

aggressione-russa onu politica-ucraina Le attività militari in Marjinka avevano iniziato i separatisti – il rappresentante francese all ONU

Egli ha sottolineato che i combattimenti di tale intensità non si sono visti da febbraio di quest’anno.

Inoltre, secondo lui, i separatisti continuano a ricevere equipaggiamenti militari e mercenari, di conseguenza, la Russia dovrebbe influenzare militanti in Donbass a rispettare gli accordi di Minsk.

«La Russia è la parte che può influenzare i separatisti. Tutti sanno che la Russia gioca un ruolo importante nella crisi in Ucraina. E la Russia deve pagare le conseguenze di questa crisi», ha detto un portavoce di Francia.

Il vice segretario generale dell’ONU, Jeffrey Feltman ha detto che in Marjinka il 3 giugno a seguito di scontri sono morte 28 persone.

Lascia un commento