> Merkel e Hollande hanno sacrificato l'Ucraina per il bene degli interessi economici dei loro paesi, vice-presidente del Parlamento europeo Charneckij - News Ucraina

Merkel e Hollande hanno sacrificato l’Ucraina per il bene degli interessi economici dei loro paesi, vice-presidente del Parlamento europeo Charneckij

Sulla trattativa «formato Normanno» a Minsk la cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente francese, Francois Hollande, hanno sacrificato l’Ucraina per il bene degli interessi economici dei loro stati.

Questa opinione in Polonia ha espresso il vice presidente del parlamento Europeo Jacek Charneckij, commentando accordi.

«Merkel con Hollande, senza la partecipazione dell’UE e difendere gli interessi economici dei loro paesi, hanno donato l’Ucraina. Questa pace in modo univoco è redditizia per Moscae non per Kiev, perché de facto politicamente autorizza il raggiungimento della federazione RUSSA», ha detto.

«Questa non è una vittoria dell’Ucraina. Credo che oggi più si rallegrano a Mosca, che a Kiev», — aggiunse Charneckij.

A suo parere, alti funzionari ucraini stanno cercando ora di «fare un buon viso se cattivo gioco».

Charneckij ha anche sottolineato che una parte degli stati europei «vorrebbero avere la pace a qualsiasi prezzo», e loro sono riusciti a raggiungere questo obiettivo.

Inoltre, ha espresso la convinzione che supportati da Mosca i militanti pro-russi non si fermano all’obiettivo già raggiunto e, presto o tardi, continueranno a offensiva.

«Se qualcuno crede che i separatisti non vogliono né di un centinaio di metri o di un ettaro di terra ucraina, allora si sbaglia», ha detto il vice presidente del TU.

Lascia un commento