> Nel museo di Carestia hanno mostrato i documenti segreti di un progetto di sistemazione di russi da spopolato dopo il genocidio del Donbass - News Ucraina

Nel museo di Carestia hanno mostrato i documenti segreti di un progetto di sistemazione di russi da spopolato dopo il genocidio del Donbass

Nel Memoriale in ricordo delle vittime di Olocausto ucraino è stata aperta la mostra di artificiale delocalizzazione dei russi e bielorussi nell’Est dell’Ucraina dopo la Carestia negli anni 1932-33. Questo genocidio è notevolmente cambiato la composizione etnica dell’Ucraina. Nelle case dei morti avevano trasferito i russi.

aggressione-russa politica-ucraina Nel museo di Carestia hanno mostrato i documenti segreti di un progetto di sistemazione di russi da spopolato dopo il genocidio del Donbass

L’esposizione costituiscono i documenti segreti dell’epoca di partito comunista in cui è descritto il processo. Collaboratori del museo sono convinti: informazione sulla violenta politica dell’Unione Sovietica può in parte spiegare il separatismo ad Est dell’Ucraina moderna.

aggressione-russa politica-ucraina Nel museo di Carestia hanno mostrato i documenti segreti di un progetto di sistemazione di russi da spopolato dopo il genocidio del Donbass

Secondo una ricerca dell’Accademia Nazionale delle Scienze dell’Ucraina, perdita di Ucraina negli anni di Carestia in 1932-1934 ammonta a circa 4,5 milioni di persone. L’assoluta maggioranza degli ucraini (72%) è d’accordo che la Carestia 1932-33 anni è stato il genocidio del popolo ucraino.

Ricordiamo, che una dichiarazione congiunta dell’ONU del 2003 ha definito la carestia come il risultato di politiche e azioni “crudeli” che provocarono la morte di milioni di persone. Il 23 ottobre 2008 il Parlamento Europeo ha adottato una risoluzione nella quale ha riconosciuto l’Holodomor come un crimine contro l’umanità.

Lascia un commento