Più di 90 combattenti sono stati prigionati nella zona di Debaltsevo

Durante la battaglia per la città di Debaltsevo oltre il 90 militari ucraini sono stati imprigionati, il destino dei 82 militari è ancora sconosciuto. Lo affermato lo stato Maggiore delle forze Armate dell’Ucraina.

«Combattendo  con le forze del nemico in una delle piattaforme vicino a Debaltsevo, più di 90 soldati ucraini sono stati imprigionati. Anche lo stato Maggiore attualmente si occupa di ricerche di 82 combattenti, il destino di cui ora è sconosciuto», informa il ministero della Difesa.

Per la ricerca di soldati dispersi lo stato Maggiore ha richiamato «certe forze», e ha chiesto aiuto dei rappresentanti CMM OSCE, dei partecipanti di un centro comune per monitorare la linea di delimitazione ed altre organizzazioni governativi e non governative.

Inoltre, si dice che uscendo da Debalsevo i militari ucraini presero diverse decine di uomini armati, che ora danno indicazioni relativamente attività illegali in ambito di formazioni terroristiche.

A causa di bombardamenti 13 soldati ucraini sono morti, altri 157 feriti. La maggior parte dei soldati stati  mandati in ospedale, che attualmente ricevono una qualificata assistenza medica.

Lascia un commento