Poroshenko invita gli esperti della Commissione di Venezia per un aiuto nel modificare la Costituzione

 

aggressione-russa crimea donbass le-trattative-di-minsk liberazione-dei-prigionieri occupazione-della-crimea politica-ucraina poroshenko russia ucraina unione-europea Poroshenko invita gli esperti della Commissione di Venezia per un aiuto nel modificare la Costituzione

Il presidente ha invitato gli esperti del Consiglio d’Europa ad aderire al lavoro della commissione Costituzionale e garantire elezioni oneste e libere in Donbass.

Di questo si è parlato in un incontro a Kiev con il Segretario Generale del Consiglio d’Europa Thorbjørn Jagland,-  riferimento al comunicato  del servizio stampa di Poroshenko. Poroshenko e Jagland, hanno discusso l’attività della commissione Costituzionale. Il presidente ha sottolineato che l’Ucraina è interessata a partecipazione degli esperti della Commissione di Venezia nel lavoro della commissione Costituzionale sin dall’inizio. Egli si è rivolto al segretario Generale del Consiglio d’Europa con la richiesta di promuovere la liberazione di tutti gli ostaggi, tra cui coloro che si trovano in Russia, in particolare, il regista Oleg Sentsov e pilota Nadia Savchenko.

Il Segretario Generale ha sottolineato la necessità di risolvere la situazione in Donbass in piena conformità con gli accordi di Minsk, che, con l’aiuto del Consiglio d’Europa, può essere trasferito alla facoltà giuridica. Thorbjørn Jagland, ha espresso il suo sostegno a recenti modifiche legislative per le elezioni in Donbass. Parlando di illegale annessione della Crimea, Thorbjørn Jagland, ha ricordato che la Commissione di Venezia ha fatto la sua conclusione su non legittimità del cosiddetto «referendum». «Questa conclusione è molto più forte rispetto a qualsiasi delle dichiarazioni politiche», ha sottolineato il segretario Generale del Consiglio d’Europa. I due hanno anche discusso di gravi violazioni dei diritti umani in Crimea contro i tartari di Crimea.

Lascia un commento