Gli italiani hanno negato a Firtash la vendita di Pravex-banca

Gruppo Intesa Sanpaolo ha rescisso l’accordo, con CentraGas Holding per la cessione del 100% della sicietà Pravex ucraina, controllata da Dmytro Firtash.

«Il contratto stipulato il 23 gennaio 2014, è stato annullato, perché fino ad oggi la banca non ha ricevuto l’autorizzazione dall’autorità di controllo sul completamento di una transazione», con riferimento a servizio stampa della banca.

CentraGas Holding fa capo al gruppo DF del miliardario Dmytro Firtash, arrestato a Vienna a metà marzo 2014 nell’ambito di un’inchiesta relativa a un investimento in India nel 2006 e poi rilasciato su cauzione.

Secondo il gruppo di Firtash, specializzato nei settori energetico e chimico, le accuse fanno parte di “una campagna di persecuzione politca pianificata da tempo”. Il partner in affari di Firtash è Sergueï Lavotchkine, già figura di primo piano nell’amministrazione dell’ex-Presidente Viktor Yanukovich.

In Ucraina l’azienda dell’oligarca, creata in partenariato con il gruppo russo Gazprom, è poi accusata di aver arrecato allo Stato perdite equivalenti a oltre 250 milioni di dollari.

Lascia un commento