«L’Europa prospererà e la Gran Bretagna annullerà la sua decisione sulla Brexit» — l’ex primo ministro Tony Blair

l'ex primo ministro Tony Blair

Il Regno Unito può riconsiderare la sua decisione di ritirarsi dall’Unione europea.
Come il Censor.NET con riferimento ad Ukrinform, una tale previsione è stata fatta dall’ex primo ministro del Regno Unito Tony Blair, intervenendo al 15 ° Meeting Annuale della strategia europea per Yalta (SI).

«Io non voglio discutere le enormi sfide per l’Europa, c’è la sfida delle migrazioni, che non è davvero possibile gestire Sì, ci sono problemi strutturali e politici della zona euro, ma farò una previsione, e in cinque anni vedranno se non erro … Europe sopravviverà , L’Europa prospererà e la Gran Bretagna annullerà la sua decisione sulla Brexit «, ha affermato.

Tony Blair ha detto che dopo la seconda guerra mondiale, l’Europa è stata unita per il bene della pace, ma rimanere nella UE fornisce anche altri vantaggi significativi.

«La ragione principale per l’unificazione dell’Europa dopo la seconda guerra mondiale era un mondo che ho avuto 60 anni di pace -. Si tratta di un risultato molto significativo … Ma lo scopo principale dell’esistenza in Europa di oggi -. Per essere forte a metà di questo secolo si ottengono i tre giganti — America, Cina, . probabilmente l’India sono così molto di più in altri paesi, che i paesi di medie dimensioni come la Germania o la Francia avrebbe dovuto stare insieme, in modo che essi non impongono nulla ora mirano -. non solo il mondo, ma anche la forza, il potere, «- ha detto l’ex primo ministro.

Blair ha convenuto che l’UE ha bisogno di riforme, ma, a suo parere, questa non è una ragione sufficiente per separarsi dal sindacato.

«I paesi che hanno gli stessi valori democratici, devono stare insieme, naturalmente, Brexit -. Questo è un grande negativo per l’Europa, che va un lungo attore politico ed economico, naturalmente, essere sfide, ma non ho dubbi che l’Europa sarebbe meglio se il Regno Unito ha lasciato .. con esso, e la Gran Bretagna sarà migliore quando in un secondo scrutinio decidiamo tutti di tornare in Europa «, ha riassunto.

Lascia un commento