Mentre Putin non cambia la sua politica, l’economia della Russia è destinata a ristagnare, — Aslund

Primo Ricercatore del centro analitico Atlantico Consiglio Anders Aslund

Primo Ricercatore del centro analitico Atlantico Consiglio Anders Aslund ha detto che l’economia russa è in stagnazione, mentre il presidente russo Vladimir Putin non cambierà la politica estera, in particolare per quanto riguarda l’Ucraina.
Questo Aslund ha detto nel corso di una riunione del «strategia europea di Yalta» (SI) a Kiev, i rapporti con riferimento alla Tsenzor.NET Gromadska.

Secondo lui, l’impatto delle sanzioni occidentali sulla Russia è molto grande, perché ogni anno la Russia perde da queste misure restrittive circa 1-1,5% del PIL.

«E se si tiene la spesa conto militari, questa cifra potrebbe raggiungere il 3-4% Pertanto, l’aggressione militare russa, più sanzioni significa che la Russia è destinata alla stagnazione, mentre Putin perseguire tale politica, come è ora.» — ha detto Aslund.

Ha notato che nessuno in Russia ride delle sanzioni imposte dall’Occidente, perché danneggiano l’economia del paese.

«Ora questo paese nello stesso modo che la Russia e l’Iran non hanno cambiato il loro comportamento, in modo che le sanzioni saranno più» — ha riassunto Aslund.

Lascia un commento