Poroshenko ha firmato la legge sulla risoluzione del Trattato di amicizia con la Federazione Russa

Poroshenko ha firmato la legge sulla risoluzione del Trattato di amicizia con la Federazione Russa

Il presidente dell’Ucraina Petro Poroshenko ha firmato la legge sulla risoluzione del trattato di amicizia con la Federazione russa dall’aprile 2019.
«Il mancato rinnovo del Trattato di amicizia, cooperazione e partenariato tra l’Ucraina e la Federazione Russa non dovrebbe essere visto come un episodio, ma come parte della nostra strategia per una rottura definitiva con il passato coloniale e il riorientamento verso l’Europa», ha scritto.
«Altre componenti di questa strategia sono: senza visti, Accordo di associazione con l’UE, Tomos sull’istituzione di una chiesa ucraina indipendente autocefala, ritiro dalla CSI, consolidamento della Costituzione di un corso per aderire alla NATO e all’Unione Europea, creazione di un potente esercito patriottico e professionale ucraino, supporto per la lingua ucraina , la sua storia e il rafforzamento della nostra identità nazionale «, cita il presidente del suo servizio stampa.

Poroshenko ha osservato che l’accordo di amicizia con la Federazione Russa non era stato risolto prima per usare la sua posizione come base per numerose richieste dell’Ucraina alle corti internazionali e ad altre istituzioni internazionali in Russia — come il violatore di questo accordo e le norme del diritto internazionale.

Il capo dello stato ha sottolineato che all’inizio del 2019 scadrà il prossimo decennio, quando l’Ucraina dovrebbe decidere ufficialmente se proseguire o fermare. Secondo lui, «la scelta è ovvia — stop».

Poroshenko ha anche aggiunto che l’Ucraina ha sfruttato tutte le possibilità di questo documento nell’interesse nazionale.

Lascia un commento