«Sarà un’escalation significativa», gli Stati Uniti hanno reagito ai piani della Russia di trasferire la Siria al sistema di difesa aerea S-300

Consigliere per la Sicurezza Nazionale, John Bolton,

La Casa Bianca spera che Mosca riconsidererà la sua decisione
Consigliere per la Sicurezza Nazionale, John Bolton, ha detto il Lunedi, 24 settembre, che la Russia prevede di fornire la Siria sistema missilistico S-300 sarà un «escalation significativo» da Mosca. Censor.NET riporta questo con riferimento a Voice of America.

Secondo Bolton, la Casa Bianca spera ancora che la Russia riconsidererà la sua decisione.

Come dichiarato lunedì 24 settembre, il ministro della Difesa russo Sergei Shoigu, la Russia trasferirà il complesso S-300 dell’esercito siriano entro due settimane. Mosca ha deciso di fare un passo in tal senso in relazione al crollo del suo Il-20.

«Sottolineo che nel 2013, su richiesta della parte israeliana, ci siamo fermati la spedizione in Siria della S-300, che è stato preparato per la spedizione, e le truppe siriane sono stato addestrato Oggi la situazione è cambiata e non per colpa nostra ..», — ha detto Shoigu.

Ricordiamo che nel Ministero della Difesa russo ha riferito che verso le 23:00 MSK a riportare alla base aerea Hmeymim sul Mar Mediterraneo 35 km al largo della costa della Siria, 17 set perso la comunicazione con l’equipaggio del velivolo russo IL-20. Ci ha chiarito che «il marchio di IL-20 nel radar di controllo dell’aria è scomparso durante un attacco di quattro aerei F-16 israeliano l’impianto siriano nella provincia di Latakia.»

Più tardi nel dipartimento militare russo ha sottolineato che l’aereo è stato abbattuto dal sistema di difesa aerea della Siria. Coprendo l’IL-20, i piloti israeliani lo hanno messo sotto il fuoco del complesso S-200, ha riferito il ministero della Difesa russo. È stato osservato che l’aviazione gestione e piloti strutture israeliana del F-16 «non potevano vedere l’aereo russo come si stava atterrando da un’altezza di 5 km.» Tuttavia, essi hanno deliberatamente andato alla provocazione, ha detto il rappresentante ufficiale del Ministero della Difesa russo, il generale Igor Konashenkov, notando che la Russia considera le azioni di Israele come ostile.

Lascia un commento