Gli stati UNITI hanno invitato la Russia di interrompere l’attacco e deporre le armi, altrimenti — l’isolamento

Il dipartimento di stato degli stati UNITI ha esortato la Russia a cessare immediatamente i loro attacchi, di distogliere l’armamento pesante e di fermare il flusso di combattenti in Ucraina.  con una corrispondente dichiarazione esibita giovedì a Washington la portavoce del dipartimento di Stato americano Jenn Psaki.

«Denunciamo i continui attacchi dei secessionisti, i quali supporta la Russia, intorno a Debaltsevo, Mariupol e in altri luoghi nella parte orientale dell’Ucraina, che viola gli accordi di cessate il fuoco e gli accordi di Minsk», ha affermato la portavoce di dipartimento di stato americano.

Ha notato che dal 15 febbraio i militanti hanno violato il cessate-il-fuoco più di 250 volte, citando i dati ufficiali del governo ucraino.

Inoltre, secondo la Psaki, OSCE conferma che la violazione degli accordi di cessate il fuoco continua, e i terroristi pro-russi, come in precedenza, non consentono gli osservatori della missione in Debaltsevo e in altri settori. «Le loro azioni contrarie a ciò che la Russia e i separatisti hanno concordato qualche volta a Minsk», — ha sottolineato.

A questo proposito, la portavoce del Dipartimento di stato degli stati UNITI ha invitato la Russia e i militanti pro-russi di cessare immediatamente i loro attacchi, deporre armi pesanti, di fermare il flusso di combattenti in Ucraina, permettere di osservatori OSCE fare il suo lavoro e vai alla completa esecuzione degli accordi di Minsk.

«Se la Russia e supportati da essa separatisti continuano a ignorare gli accordi che hanno firmato, questo porterà ad un aumento del prezzo e al futuro isolamento», — ha ammontato rappresentante della diplomazia degli stati UNITI.

Psaki ha notato che a Washington finora si concentrano sulla soluzione diplomatica del conflitto, che prevede l’esecuzione di tutti i requisiti prescritti in accordi di Minsk.

Lascia un commento