I militanti continuano a esportare carbone di Donbass in Russia, OSCE

La missione dell’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (OSCE), che si basa sulla frontiera della Russia, in punti di attraversamento «Gucovo» e «Donetsk» nella provincia di Rostov, dichiara che continua a registrare fatti l’esportazione di carbone dal Donbass in Russia.

Lo afferma il settimanale report di missione per il periodo dal 1 al 7 luglio.

politica-ucraina I militanti continuano a esportare carbone di Donbass in Russia, OSCE

«Durante una settimana, la Missione continua notare — un gran numero di camion che attraversano il confine in entrambe le direzioni e il trasporto di carbone sui mezzi d’opera dalla provincia di Luhansk alla Federazione Russa, attraverso il posto di blocco «Gucovo», si legge nel rapporto.

Missione osserva che confine ucraino-russo attraversano i camion merci in entrambe le direzioni.

Oltre a un gran numero di camion, registrati nella provincia di Luhansk, gli osservatori dell’OSCE osservano anche camion, registrati sia in Russia che la Bielorussia, che attraversano il confine.

Tuttavia, ha detto, che nell’ultima settimana il numero di camion provenienti dalla Bielorussia è diminuito dal 48 a 38 rispetto alla settimana precedente.

Inoltre, la missione registra le cisterne petrolifere, che attraversano il confine in entrambe le direzioni, il numero di cui per l’ultima settimana è passato da 37 a 26 rispetto alla settimana precedente. Queste cisterne hanno praticamente le iscrizioni in lingua russa «Propano» e «Infiammabile».

Lascia un commento