> Il parlamento ha modificato la legge sul divieto di simbologia comunista - News Ucraina

Il parlamento ha modificato la legge sul divieto di simbologia comunista

Verkhovna Rada dell’Ucraina ha apportato modifiche alla legge sul divieto di modalità comunista e nazionalsocialista in Ucraina.

A causa di tale decisione hanno votato 233 deputati.

Secondo le notizie, con modifiche, il divieto non si applica nel caso di utilizzo di simbologia comunista e di un regime totalitario, la simbologia nazionalsocialista (nazista) un regime totalitario sui documenti di organi di governo e le amministrazioni locali (enti locali, governo statale e di controllo), ricevute o emesse fino al 1991.

Si tratta di documenti rilasciati da istituzioni di istruzione e della scienza, imprese, istituzioni, organizzazioni, fino al 1991, anno in mostre musei, mostre a tema, nel quartiere del fondo dell’Ucraina, ma anche biblioteche, fondi su una varietà di supporti di memorizzazione di informazioni; in opere d’arte, create prima dell’entrata in vigore di questa legge. Anche il divieto non si applica al processo di attività scientifica. Il divieto non riguarda i stendardi, i premi di stato e altri insegne fino al 1991.

Lascia un commento