L’Ucraina non riconosce le cosiddette «elezioni» in Nagorno-Karabakh

L’Ucraina non riconosce le cosiddette «elezioni«, che ha avuto luogo il 3 maggio 2015, sul territorio del Nagorno-Karabakh, e li considera illegittime.

Lo afferma in una dichiarazione ufficiale della diplomazia ucraina.

«I risultati di queste «elezioni» nei territori occupati dell’Azerbaigian non possono avere conseguenze legali.

L’Ucraina sta per una soluzione pacifica della Karabakh su principi di rispetto della sovranità e dell’integrità territoriale della Repubblica dell’Azerbaigian nei suoi confini internazionalmente riconosciuti«, si legge in un comunicato del Ministero degli Affari Esteri.

Lascia un commento