Serizio di confine: Dall’inizio dell’anno ai 6 mila di russi è stato negato l’ingresso in Ucraina

Nel primo semestre 2015 dal Servizio nazionale di frontiera dell’Ucraina è stato negato il passaggio attraverso il confine di stato dell’Ucraina a sei mila di cittadini della Federazione Russa.

Su questo giovedì, in un briefing ha detto l’assistente del presidente di Servizio nazionale di guardia di frontiera dell’Ucraina — portavoce Oleg Slobodian.

«Nei primi sei mesi è stato negato il passaggio attraverso il confine di Stato dell’Ucraina a più di 25 mila, 6 mila dei quali sono cittadini della Federazione Russa. Solo per il primo semestre 2015 attraverso il confine erano passati 34,5 milioni di persone e 8,5 milioni di veicoli. Questo senza considerare la zona di operazione anti-terrorismo», ha precisato Slobodian.

Secondo lui, per l’attraversamento dei confini, sono stati arrestati quasi 11 mila persone, di cui 700 — migranti illegali.

«Durante il movimento illecito attraverso il confine è stato rivelato e sequestrato 400 unità di armi, di oltre 8 mila unità di munizioni, 2,8 kg di esplosivo e 78 kg di sostanze stupefacenti», ha dichiarato il portavoce.

È stato riferito che, in linea di collisione unità del Servizio nazionale di frontiera in sinergia con le altre forze dell’ordine nel 1030 casi, è stata negata l’esportazione di merci sul territorio controllato da militanti per un totale di 223 milioni di hryvni.

Lascia un commento