A 56 anni, Igor Dudin ha percorso 800 chilometri in bicicletta per diventare volontario nella zona di ATO

Abitante del villaggio Tarasovka (provincia di aKiev) a 56 anni, Igor Dudin ha sorpreso l’intero paese. Non è stato arruolato dai militari, ha raccolto lo zaino, preso la bicicletta ed è andato a Donetsk per iscriversi ai volontari. In bici ha attraversato più di 800 km. Ora sottufficiale Dudin, o come lo chiamano i soldati -il Nonno, è in servizio vicino aeroporto di Donetsk in corpo ОУН.

I parenti di Dudin dicono che è un uomo coraggioso e, se qualcosa ha deciso, lo farà. «Mi chiamano «Il nonno» legalmente, ho 56 anni — è ho già la nipote, che hai 7 anni. La moglie, la figlia e la nipote vivono in Russia, ci scriviamo sul social. Essi non conoscono la verità su quello che sta succedendo in Ucraina… Come zombie, è inutile spiegarci. In ATO è andato perché non sono riuscito di sentire tutti i giorni come muoiono i ragazzi giovani. Sono andato due volte dai militari per farmi arruolare. Ma mi è stato detto, che mi chiamano, se avranno bisogno. Ho aspettato un paio di mesi. E nel mese di agosto non ho resistito, in un caffè, dove ha lavorato come tuttofare, salutò l’amministratrice Olga, ho fatto il segno della croce, sono seduto sulla mia bicicletta e via. Sono un ex alfiere, sette anni ho fatto il servizio nel Caucaso, percio’ l’esperienza militare non mi manca» — racconta.

Ora disperata «Nonno» è un servizio vicino aeroporto di Donetsk.

Lascia un commento