Lukashenko: Se non Putin, non ci sarebbe nessuna crisi in Ucraina

«Se non Putin, non ci sarebbe nessuna crisi in Ucraina», — ha detto il presidente della Bielorussia Alexander Lukashenko ai giornalisti russi in una conferenza stampa.

Secondo lui, il conflitto nella parte orientale dell’Ucraina deve decidere esclusivamente attraverso i negoziati.

«La mia posizione sull’Ucraina non è mai cambiata, fin dall’inizio del conflitto», ha sottolineato.

Anche Lukashenko ha ammesso nella sua amichevole relazione verso gli ucraini.

«In Ucraina Occidentale vive la gente bellissima, laboriosa, che i bielorussi hanno da imparare da loro (…) Non credete che in Ucraina — i nazisti dell’ovest, lì la gente è normale. Ma in famiglia c’e’ la pecora nera», ha detto il presidente bielorusso.

In particolare, ha parlato delle sue radici ucraini: «in tempi di Yushchenko abbiamo trovato le mie radici tra Cernighiv e Kiev».

Sulla questione di, se non ha paura Lukashenko, che la Bielorussia potrebbe diventare parte della Russia, ha risposto: «E non bisogno minacciarmi, che la Bielorussia prossimo diventerà parte della Russia. Non lo permetteremo».

Lascia un commento