Ministero degli ESteri russo ha risposto con perplessità all’Ucraina sulla chiusura dei punti di controllo alla frontiera

Ministero degli Esteri russo ha reagito con perplessità sulla decisione di Gabinetto dei ministri dell’Ucraina chiudere punti di controllo al confine con la Russia.
Il direttore del Secondo Dipartimento di paesi della CSI  Viktor Sorokin ha dichiarato che «da parte russa, sarà pronta a fornire la possibilità di oltrepassare il confine russo-ucraino attraverso il check point, chiuso da parte ucraina per i cittadini dell’Ucraina«. A suo parere, gli ucraini «vorranno  visitare i loro parenti e venerare le tombe a causa delle prossime vacanze di Pasqua e la celebrazione del Giorno della Vittoria«.

Sullo sfondo della guerra in Donbass e la fornitura dei militanti da parte della Russia con il decreto del 18 febbraio 2015, il Gabinetto dei ministri dell’Ucraina ordinato la chiusura di 23 punti di check point sul confine con la Federazione Russa, quattro delle quali hanno stato interstatale, il resto del 19 locali.

Lascia un commento