La Gran Bretagna sollecita l’urgente riunione del Consiglio di sicurezza dell’ONU sul caso di avvelenamento a Salisbury

La Gran Bretagna sollecita l'urgente riunione del Consiglio di sicurezza dell'ONU

La Gran Bretagna ha chiesto di convocare una riunione urgente del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite a causa di nuove informazioni sul caso di avvelenamento a Salisbury.
Come riporta il Censor.Net, l’AFR riferisce questo.

«La Gran Bretagna di mercoledì ha chiesto una riunione urgente del Consiglio di sicurezza dell’ONU dopo l’emissione di mandati per l’arresto di due agenti dei servizi segreti russi accusati di aver attaccato un agente nervino in territorio britannico», dice il rapporto.

Il Rappresentante permanente del Regno Unito presso l’ONU Karen Pearce ha rilevato che l’incontro di giovedì sarà un’occasione per informare i membri del Consiglio di sicurezza di nuove informazioni nel caso dei Skripal.

Ricordiamo, l’inchiesta sul tentato omicidio di Sergei Skripal e sua figlia Yulia continua. Vivere nell’ex colonnello britannico della riserva del GRU Sergei Skripal, condannato nel 2006 per spionaggio a favore dell’intelligence britannica, è stato ferito da avvelenamento con una sostanza sconosciuta nel centro commerciale di Salisbury.

Si noti inoltre che il 12 marzo il Primo Ministro Teresa Mei ha dichiarato che il governo britannico è giunto alla conclusione che la responsabilità dell’avvelenamento di Salisbury con un ex dipendente del GRU, Sergei Skripal e sua figlia, è molto probabile in Russia. Ha anche riferito che le vittime sono state avvelenate con l’agente nervoso «Novice», che è stato sviluppato nella Federazione Russa.

Mercoledì 14 marzo, May ha annunciato la decisione di Londra di inviare 23 diplomatici russi che lavorano per le ricognizioni: «Questa sarà la più grande espulsione singola in oltre 30 anni, che (questa misura) riflette il fatto che lo stato russo non è la prima volta che agisce il nostro paese «.

Il 20 marzo, 23 impiegati dell’ambasciata russa a Londra, così come le loro famiglie, hanno lasciato il Regno Unito.

Il presidente ucraino Petro Poroshenko ha detto che Kiev come segno di solidarietà con i partner britannici e alleati transatlantici e in coordinamento con i paesi dell’Unione europea ha espulso 13 diplomatici russi.

Il 5 settembre, l’ufficio del pubblico ministero britannico ha nominato i nomi di due russi sospettati di tentare di assassinare Sergei e Yulia Skripaly a Salisbury. Secondo il primo ministro Theresa May, i servizi segreti britannici hanno scoperto che i sospetti sono ufficiali della GRU. Il primo ministro ha esortato i paesi alleati della Gran Bretagna a intensificare gli sforzi congiunti per resistere all’intelligence russa.

Può anche affermare che la Gran Bretagna sosterrà l’attuazione delle sanzioni esistenti sulle armi chimiche, l’espansione delle sanzioni contro la Russia e l’introduzione di un nuovo regime di sanzioni UE contro gli attacchi informatici e le gravi violazioni dei diritti umani.

Lascia un commento