La Russia ha rifiutato di prendere i cittadini russi dalle prigioni ucraine in cambio dei nostri prigionieri politici

La Federazione Russa ha rifiutato di scambiare i suoi cittadini detenuti nelle carceri ucraine in cambio dei nostri prigionieri politici.

La Federazione Russa ha rifiutato di scambiare i suoi cittadini detenuti nelle carceri ucraine in cambio dei nostri prigionieri politici. Come il Censor.NET, circa i risultati dei lavori del gruppo di contatto Trilaterale a Minsk sulla pagina Facebook, ha detto il vice-presidente della Verkhovna Rada Irina Gerashchenko.

«Oggi, nel quarto anniversario della firma degli accordi di Minsk, la parte ucraina ha registrato un totale disprezzo per l’attuazione degli accordi Federazione Russa e le loro marionette. Processo bloccato di liberare gli ostaggi. I rappresentanti russi nel sottogruppo umanitaria si sono rifiutati di raccogliere i cittadini russi di prigioni ucraini in cambio per i nostri prigionieri, dicendo che» RF non è legato al conflitto, e noi non ci sono » — ha scritto Gerashchenko.

Ha aggiunto che questo significa che «Luogo di nascita ha ufficialmente gettato i russi nelle carceri ucraine».

«Continueremo a fare appello e alla Federazione Russa, e al mondo che nessun paese ha il diritto di rifiutare i suoi cittadini», — ha scritto Gerashchenko.

Inoltre, ha detto, la Russia ha rifiutato di fornire al proprio esperto la creazione di un meccanismo per cercare le persone scomparse.

Lascia un commento