Su ordine di Putin il ministero della difesa della Russia iniziò improvvisamente la verifica della conformità dell’esercito di difesa aerea

Oggi, il ministero della difesa della Russia sulla decisione del comandante Supremo Vladimir Putin iniziò il controllo improvviso di vigilanza dell’aviazione e delle truppe di difesa aerea del distretto militare Centrale (CDM).

Lo ha annunciato il ministro della difesa, il generale dell’esercito Sergey Shojgu.

«Al fine di favorire la formazione strategiche per l’esercitazioni di «Centro-2015″ il comandante Supremo deciso di controllare la prontezza militare del raggruppamento dell’aviazione e delle truppe di difesa distretto militare Centrale», — ha detto Shojgu.

Egli ha anche ricordato che, in preparazione CDM in Tagikistan si è conclusa improvvisa verifica della disponibilità delle forze del Trattato di Sicurezza Collettiva(CSTO).

«A questo proposito, dato indicazioni portando per le 13: 00 ora locale le unita comando strategico, secondo il comando dell’aeronautica  militare e difesa aerea CDM, distretti aeromobili e le unità militari del comando aeromobili a lungo raggio Ovest e Sud in allerta «Estrema»», — ha riferito Shojgu.

Estremo improvviso controllo di vigilanza delle forze armate della FR è stata condotta dal 16 al 21 marzo — l’accento principale è sulla elaborazione di azioni nell’Artico.

Sono state coinvolte le forze della flotta del Nord, del distretto militare Occidentale e della MARINA di circa 80 mila soldati, migliaia di tecniche di combattimento a terra, decine di navi e di sottomarini, aerei ed elicotteri.

Ricordiamo, oggi, 25 maggio, nel Nord Europa sono iniziati le esercitazioni militari su vasta scala delle forze aeree della NATO.

Lascia un commento