Gente armata cattura «La società alimentare di Cherkasy «

Circa il 60 di persone armate non identificate hanno occupato uno dei grandi macellerie «La società alimentare di Cherkasy».

Lo ha riferito manager arbitrale dell’azienda Natalia Levchenko.

«Un’impresa in cui è conservato e utilizzato nella produzione di circa 20 tonnellate di ammoniaca, è già quasi una settimana è sotto il controllo di un gruppo di persone sconosciute. Sulla città si profila la vera minaccia di incidente. Tuttavia, le forze di polizia e Ministro delle Situazioni di emergenza per il momento sono inattivi», ha detto lei.

Secondo Levchenko, l’8 maggio, svolgendo la decisione del tribunale Commerciale di Cherkasy dal 30 aprile 2015 management arbitrale, in qualità di direttore di stabilimento, ha cercato di arrivare al proprio posto di lavoro. Tuttavia, in fabbrica incontrò combattenti, minacciando con  armi automatiche, non hanno permesso di entrare nello stabilimento. Gli uomini sconosciuti e armati si presentarono come i membri dell’organizzazione pubblica «Unione di partecipanti ATO».

Fino ad oggi nel occupato dai combattenti territorio di stabilimento si trovano e vengono utilizzati nei processi dell’ordine 20 tonnellate di ammoniaca. Si è verificata un reale minaccia di disastri e non solo per l’impianto, ma per l’intera regione.

Soggetta a controllo di un uomo d’affari di Cherkasy, ex-deputato Sergei Podobedov «L’azienda alimentare«, secondo la decisione del tribunale Commerciale di Cherkasy riconosciuto in bancarotta ed è in fase di liquidazione. L’arbitrato e l’amministrazione di beni assegnato a Levchenko Natalia. Ad oggi, il totale debito dell’azienda è di circa 6.2 milioni di dollari, di cui 9 milioni di hryvna al ispettorato fiscale.

Lascia un commento