Gli storici ucraini creano un sito web per una confutazione dei miti della propaganda

Gkli storici ucraini hanno creato una fonte affidabile per ottenere le informazioni storiche e competenti, per formare la sua posizione e di avere la possibilità di giustificare.

per progetto «LIKBEZ» (programma di formazione), confutato già piu’ di 50 stereotipi negativi ed edistorsioni videnti riguardo la storia ucraina.

Come raconta Kiril Galushko, la maggior parte dei miti di propaganda ruotano intorno seguenti temi principali: che la Crimea e Novorossia — appartiene da sempre al territorio russo; che l’Ucraina è la formazione artificiale e che non ha mai avuta storia fino al 1991; che il territorio ucraino — è stato formato dai regali dei Re o dei lider dei Bolscevichi; che gli ucraini — il popolo-tradittore, che durante la Seconda guerra mondiale hanno collaborato con i nazisti e non hanno apportato alcun contributo alla vittiria su Hitler.

Sul sito «LIKBEZ» è possibile trovare semplici chiarimenti relativi alle piu’ comuni distorsioni della storia ucraina. e per chi vuole saperne di piu’ — elenca i collegamenti.

Sul progetto operano circa 20 ctorici dell’Istituto di storia dell’Ucraina NANU, dell’Istituto Ucraino della Memoria Nazionale, Kiev National Universiti T. Shevchenco, della società Scientifico-umanitaria, dell’Istituto Ucraino di Archeologia, l’Associazione Mondiale dei ucrainisti.

Lascia un commento