> Il terrorista Zakharchenko ha detto che non sarà cessare il fuoco in Debaltsevo - News Ucraina

Il terrorista Zakharchenko ha detto che non sarà cessare il fuoco in Debaltsevo

Il latitante di militanti dell’auto-proclamata «Repubblica popolare di Donetsk» Alexander Zakharchenko ha annunciato che dal 15 febbraio i terroristi non cessano il fuoco nella zona di Debaltsevo.

Secondo Zakharchenko, i tentativi di militari ucraini uscire dalla piattaforma cosiddetta «caldaia» di Debaltsevo avranno esito negativo. «Cessiamo il fuoco, ad eccezione delle aree interne «DNR». Ogni loro tentativo di fuggire dalla caldaia avrà l’esito negativo. Ho già dato questo ordine«, ha dichiarato capo dei militanti.

Egli ha aggiunto che «sulla Debaltsevo non c’è una sola parola nel accordo«.

Ricordiamo, che il 12 febbraio nella capitale della Bielorussia, sono concluse le trattative in » formato Normanno«, con la partecipazione di leader di Ucraina, Francia, Germania e Russia. In parallelo, il gruppo di contatto per la regolarizzazione ha lavorato sul documento che consentirà di risolvere la situazione in Donbass.

Alla fine è stato adottato un complesso di misure per l’esecuzione degli accordi di Minsk, che prevede, in particolare, il cessate il fuoco nella regione di Donbass all e ore 00.00 del 15 febbraio 2015, la dissipazione di armi pesanti, ma anche la creazione di una zona di sicurezza. Il documento è stato approvato e firmato dal gruppo di contatto al vertice è dai leader dei paesi di «formato Normanno«.

Lascia un commento