Rada ha tolto l’accreditamento di propagandisti russi

Il parlamento ha adottato una risoluzione su una sospensione temporanea dell’accreditamento di singoli giornalisti di alcuni media russi sotto il governo dell’Ucraina (1853).
Per questa soluzione votato 239 deputati.

«Temporaneamente, decisione di terminare l’operazione anti-terrorismo, di sospendere l’accreditamento dei giornalisti e rappresentanti di produttori, operatori, tecnici, operatori) di alcuni mezzi di informazione della Federazione Russa, presso il governo dell’Ucraina», si legge nella sentenza.

Il documento riguarda i media russi, che «promovono guerra informativa contro l’Ucraina» (secondo le conclusioni di profilo del comitato).

Il Servizio di sicurezza dell’Ucraina deve determinare urgente l’elenco dei MEDIA russe.

Il regolamento entrerà in vigore dalla data della sua adozione e agisce prima di decidere il termine dell’ATO.

Lascia un commento