> "È l'apice dell'assurdo!": Rozenko sulla nuova legge di sovvenzioni - News Ucraina

«È l’apice dell’assurdo!»: Rozenko sulla nuova legge di sovvenzioni

Approvata venerdì dalla Verkhovna Rada la Legge N. 2676 «Sulle modifiche alla Legge dell’Ucraina «Sulle servizi di abitazioni» (relativamente attribuzione di sussidi ai pensionati e disabili)» la riforma in materia di sovvenzioni sarà ostacolata.

Su questo il Ministro delle politiche sociali dell’Ucraina Pavlo Rozenko ha scritto sulla sua pagina Facebook.

«Quale fu la mia sorpresa, quando su internet ho visto che il venerdì Verkhovna Rada dell’Ucraina ha adottato il disegno di legge n. 2676, che presumibilmente «semplificato» l’accesso al sistema di sussidi ai pensionati e ai disabili. Quando oggi ho letto la legge approvata, sono stato a dir poco «scioccato». Invece di «semplificare le procedure» di accesso alle sovvenzioni deputati di fatto derubato di sussidi gli anziani e disabili», scrive il ministro.

Secondo lui, nel primo paragrafo del documento scritto che le sovvenzioni dovrebbero essere forniti, senza ricorso del cittadino. «Cioè, l’autorità locale deve utilizzare probabilmente tecniche spiritiche o i meccanismi di magia bianca o nera, per determinare il desiderio di una persona di ottenere la sovvenzione. Qualcuno mi può dire come sarà???», — nota Rozenko.

«Ma dopo è un altro capolavoro: per pensionati che lavorano o disoccupati, disabili che lavorano o disoccupati, le loro famiglie devono portare dichiarazioni (!!!) sui redditi dei cittadini», — ha detto Rozenko.

Si sottolinea che il governo ha abolito la raccolta di qualsiasi riferimento, che vieta di chiedere tali a persone, e «deputati decisero di mettere di nuovo i pensionati e disabili su tutti i cerchi dell’inferno, raccogliendo documenti inutili».

«Non un disegno di legge, e l’apice dell’assurdo!!!!», — ha scritto il ministro.

Lascia un commento